E Fineco «vede» il primo utile a tre cifre

Marcello Zacché

da Milano

La «new economy» è morta e sepolta, ma qualcuno dei suoi pionieri ha dimostrato di avere avuto in mente un’idea in grado di sopravvivere e di evolversi. Per esempio Fineco. Sembrava una stravaganza non da poco, 6 anni fa, il poter comprare e vendere azioni da casa, con il pc. E suscitava scetticismo l’ipotesi di non aver più bisogno di andare allo sportello a fare code per ogni tipo di operazione. Ebbene, la new economy è morta e sepolta, ma Fineco è viva e quest’anno dovrebbe chiudere i conti con utili lordi a tre cifre: oltre 100 milioni, per la prima volta. A dirlo non è il pioniere di Fineco, il suo amministratore delegato Alessandro Foti. Se ne guarda bene perché, per ora, gli ultimi conti disponibili sono quelli del terzo trimestre, chiuso con un utile prima delle imposte di 77 milioni (47 quello netto), in crescita del 61 per cento. Ma proprio per questo, facendo una proiezione, si arriva facile a quota 100 (netti saranno intorno ai 60). Quello che Foti dice, invece, è che «Fineco è diventata una grande banca, con 13 miliardi di asset: è finita da tempo la prima ondata di clienti, e ora è arrivata l’onda lunga». E guai a parlare di Internet bank: «Quello è un vecchio nome, noi siamo una “banca diretta”, che utilizza tutti gli strumenti diretti: Internet, telefono, reti mobili». I conti correnti aperti sul sito www.fineco.it sono mezzo milione, mentre i clienti con un rapporto bancario diverso dal cc sono altri 250mila.
In tutto fa 750mila «dei quali 50mila sono i nuovi del 2006», dice Foti. Con numeri che le banche tradizionali non possono nemmeno sperare: più 24% la raccolta complessiva, più 20% quella amministrata, 22% il «Roe». Per Capitalia, che la controlla con il 99,9%, è un gioiellino che vale (secondo stime di mercato) 1,2-1,3 miliardi: tanto capitalizza in Borsa, per esempio, la tedesca Com Direct, che per numero di clienti e massa amministrata è assai simile a Fineco. Di certo nel gruppo Capitalia, Fineco rappresenta un modello moderno. A cominciare dal tipo di piattaforma prodotti: «Il nostro cliente ha a disposizione 1.800 fondi comuni di 38 concorrenti», non solo quelli della casa madre, dunque, come spesso avviene, invece, allo sportello.