E' finita tra l'Inter e Benitez Ora Moratti vuole Leonardo

Lo spagnolo non è più l'allenatore dei campioni d'Europa. Si chiude dopo soli sei mesi (e due trofei) la sua carriera nerazzurra. Moratti: "Dispiaciuto, ma era inevitabile". Si scatena il "toto-sostituto": favorito l'ex tecnico brasiliano del Milan. Galliani: "Non so come potrei reagire"

Milano - Risolto il contratto di Rafa Benitez che - da oggi - non è più l’allenatore dell’Inter: la trattativa per una "’separazione consensuale" si è appena conclusa. La notizia è apparsa sul sito ufficiale del club neroazzurro.

Il comunicato Nella nota ufficiale dell'Inter si legge: l'F.C. Internazionale e Rafael Benitez "consensualmente e con reciproca soddisfazione, hanno raggiunto un accordo per la risoluzione anticipata del rapporto di lavoro. F.C. Internazionale - prosegue la nota - ringrazia Rafael Benitez per il lavoro svolto alla guida della squadra che ha portato ai successi della Supercoppa italiana e del Mondiale per Club Fifa". Rafael Benitez ringrazia F.C. Internazionale per "l’importante esperienza professionale e per le vittorie vissute insieme".

Lo spagnolo ringrazia tutti Le ultime parole di Benitez: "Voglio ringraziare tutti per l’appoggio ricevuto durante la mia esperienza all’Inter, voglio ringraziare personalmente, e anche a nome dei miei collaboratori, i calciatori, i dipendenti del club e i tifosi che hanno avuto fiducia in noi. I due titoli conquistati sono stati il risultato dell’impegno di tutti quelli che sono stati al nostro fianco, mantenendo sempre come principi fondamentali la professionalità, l’educazione, il rispetto e la dedizione al club".

Tristezza e allegria "Di tutto ciò siamo molto orgogliosi - prosegue Benitez -. A prescindere dalla naturale tristezza che c’è quando si lascia un grande club come l’Inter, andiamo via portando con noi l’allegria del ricordo dei tifosi che ci hanno accolto dopo la vittoria del mondiale per club. È mio desiderio, inoltre, salutare i calciatori, lo staff e i collaboratori che, a causa del periodo di festività, non potrò salutare personalmente nei prossimi giorni. A tutti loro, così come al club e ai tifosi - conclude Benitez - auguro i massimi successi sportivi per il futuro. Infine, è doveroso da parte mia un ringraziamento al presidente Moratti per avermi scelto a suo tempo come allenatore dell’Inter".

Moratti: dispiaciuto, ma era inevitabile "Sono dispiaciuto per la fine del rapporto con Benitez - dice il presidente - ma la rottura era diventata ormai una cosa inevitabile. Tutti i nomi che circolano riguardo il futuro della panchina dell’Inter sono interessanti".

Galliani: non so come reagirei L’addio di Benitez all’Inter sembra aprire le porte di Appiano Gentile ad un ex tecnico rossonero, Leonardo, con la delusione dei tifosi del Milan. "Lui all’Inter? Non so quale potrebbe essere la mia reazione. Certamente lui ha una storia molto importante con il Milan", le parole dell’ad rossonero Adriano Galliani, su Sky Sport. "Ricordo perfettamente quando andai ad acquistare Leonardo, nel 1997 a Parigi. Ha fatto una carriera da calciatore lunga 13 anni nel Milan, ha fatto un percorso particolare: prima il calciatore, poi il dirigente e poi l’allenatore. Lo scorso anno le cose non sono andate male - aggiunge Galliani - perché senza i tanti infortuni, avremmo potuto fare anche meglio del terzo posto. C’è stata qualche incomprensione tra lui e il presidente Berlusconi e di questo mi sono dispiaciuto".