E il fornaio riapre tra i calcinacci Fa il pane gratis per gli sfollati

Hanno reagito alla catastrofe rimboccandosi le maniche. È la storia di diversi aquilani i quali, nonostante una notte passata all’addiaccio, hanno preferito tornare al lavoro e tenere aperti i loro negozi. Mimmo, proprietario della panetteria della centralissima Piazza Duomo, nonostante i calcinacci e la paura per le continue scosse d’assestamento ha deciso di restare aperto, per fornire il pane gratuitamente. «Ho due forni in città, entrambi stanno lavorando per dare il pane ai miei concittadini. Così sto facendo oggi e così farò anche domani», ha detto Mimmo all’adnkronos. Poco più avanti una farmacia, anche questa piena di calcinacci, duramente colpita dal sisma, è rimasta aperta per fornire medicinali e aiuti di prima necessità ai pochi abitanti rimasti in città. Il segno che, a dispetto dell’immane tragedia, si tenta disperatamente di tornare a vivere.