E Forza Italia prosegue con la linea dura

Avevano messo a disposizione dell’Udeur la sede di Forza Italia per le primarie. Per questo motivo l’assessore del XVII municipio di Forza Italia Luigi Servilio e il presidente del club azzurro «Sinapsi» Eduardo Mazzone sono stati sospesi dal partito dal coordinatore romano di Forza Italia Giampaolo Sodano e deferiti al collegio dei probiviri affinché vengano adottati i dovuti provvedimenti. La sospensione arriva dopo la scoperta che i due esponenti hanno messo a disposizione dell’Udeur, in occasione delle prossime primarie del centrosinistra, la sede di Forza Italia di via Sivori 51, nel XVII municipio. Con l’espulsione di Servilio e Mazzone, Fi conferma la linea dura contro i «traditori». Giovedì scorso Sodano aveva espulso dal partito il consigliere del XX municipio Francesco Petrucci e il presidente di un club di Forza Italia e consigliere di amministrazione del Parco di Veio Massimo Pezzella annunciando che «la stessa sorte spetterà a tutti i bugiardi e gli opportunisti che non hanno nessun rispetto per chi li ha eletti, per se stessi e per tutta la comunità di Fi».