E in Francia nasce l’università per gli imam

da Parigi

Sarà inaugurato all'inizio di novembre a Lilla, nel nord della Francia, l'Istituto Avicenna per le Scienze Umanistiche, il primo istituto universitario islamico d'Europa. Il rettore designato, Muhammad al-Bashari, ha detto che l'ateneo si rivolge a tutti coloro che desiderano studiare la storia, il diritto islamico e le materie umanistiche in generale. L'ateneo seguirà il sistema scolastico francese (basato su tre livelli, ossia la licenza, il magistero ed il dottorato) e mira alla formazione di imam e guide religiose in grado di seguire le questioni delle minoranze musulmane in Europa.
Bashari ha aggiunto che «il percorso di studio previsto dall'istituto si concentra sul diritto delle minoranze musulmane, sulla elaborazione di fatwa al di fuori dei Paesi islamici e sulla filosofia». Il rettore ha sottolineato il ruolo dell'istituto sia «nell'incentivare il dialogo tra Islam e Occidente» sia nello sviluppo di quello che ha definito «occidentalismo» rispetto ai tradizionali studi «orientalistici».
Per il rettore uno degli obiettivi alla base del nuovo ateneo è la «necessità di studiare i sistemi di pensiero occidentali per facilitare il cammino di fronte alle sfide poste oggi all'Islam».
Quanto al percorso di formazione per imam che l'istituto propone, Bashari ha spiegato che la guida religiosa musulmana in Europa deve partire dalla realtà in cui vive, ossia una società laica, e apportare quindi un modo nuovo di pensare in grado di interagire con questioni di attualità come terrorismo e resistenza.