E per la «Frankfürter» è “Alessandro il Grande”

«Alessandro il Grande» è il titolo del profilo dell’amministratore delegato di Unicredit, Alessandro Profumo, pubblicato ieri su un’intera pagina (per metà occupata da una grande foto a colori) dalla Frankfürter Allgemeine Sonntagszeitung, edizione domenicale della Faz. Il lungo ritratto di Profumo (48 anni) appariva nel giorno in cui i consigli di amministrazione di Unicredit e Hypo-Vereinsbank erano riuniti rispettivamente a Milano e Monaco di Baviera per dare il via libera definitivo alla fusione tra i due istituti bancari. «Nonostante sia una delle personalità più forti del mondo finanziario italiano, Profumo si è avvicinato con prudenza al progetto di fusione» con Hypo-Vereinsbank (Hvb), scrive il giornale tedesco che cita quanto andrebbe dicendo da anni proprio Profumo: «Per la valutazione di una banca non bisogna vedere il totale di bilancio, ma il suo valore di Borsa e la sua rendita». «E la prospettata acquisizione di Hvb gli dà ragione», osserva sempre la Frankfürter Allgemeine secondo cui «nel mondo dei grigi banchieri, che si perdono nella piccolezza dei dettagli, Profumo si distingue per un modo nuovo di pensare».