E Frattini lancia l’allarme: «La minaccia è molto seria»

«L’ultima operazione conferma che il terrorismo si è affermato come minaccia globale. Scopriamo oggi attività terroristiche non più soltanto dedicate alla logistica in Italia ma impegnate in attività operative vere e proprie». È quanto ha affermato il ministro degli Esteri, Franco Frattini, a margine del World Regions Forum di Milano, rispondendo ad una domanda in merito agli arresti avvenuti a Brescia ieri mattina, che vedono coinvolti due cittadini pachistani accusati di favoreggiamento e attività finanziaria abusiva. «Gli arresti per l’attentato di Milano e i recentissimi a Brescia - ha aggiunto il ministro Frattini - dimostrano, come ha già segnalato il ministro Maroni, che esiste una minaccia concreta cui tutto il mondo deve fare fronte. Io non parlerei di un allarme, parlerei di una minaccia seria che come vedete viene fronteggiata benissimo dalle nostre forze dell’ordine che sono in prima linea e che fortunatamente hanno compiuto ancora una volta un gran colpo di successo». «L’ultima operazione conferma, sottolinea il ministro, che il terrorismo si è affermato come minaccia globale a cui tutti i Paesi devono fare fronte». Lo ha affermato il ministro degli Esteri Franco Frattini commentando l’operazione di Brescia. Tali attività terroristiche, non più soltanto dedicate alla logistica in Italia, ma impegnate in attività operativa vera e propria, dimostrano come ha già segnalato il ministro Maroni che esiste una minaccia concreta, una minaccia molto seria».