E in Germania c’è un concorso per rifare il castello di Berlino

Si apre oggi la gara per la ricostruzione del Castello reale di Berlino, danneggiato durante la seconda guerra mondiale e poi distrutto nel 1950 per ordine della Germania comunista. Alla gara per il migliore progetto sono ammessi soltanto studi con esperienza nella costruzione di grandi edifici per attività culturali e un fatturato minimo annuale di 500mila euro. «Criteri necessari per restringere il campo alle offerte qualificate» ha detto un portavoce dell’ufficio federale per l’edilizia. La decisione sui criteri è stata criticata dalla lega degli architetti tedeschi secondo i quali le restrizioni stabilite dal ministero dell’edilizia escluderanno soprattutto professionisti giovani e creativi. Entro gennaio sono attese alcune migliaia di richieste, tra le quali saranno scelti i 150 candidati per la sezione finale della gara. Prevedibilmente la giuria indicherà il vincitore a novembre 2008. La realizzazione dell’edificio è prevista tra il 2010 e il 2013. Spesa massima prevista: 552 milioni di euro.