E il Giro d’Italia martedì bloccherà il levante per la tappa dei Mille

Martedì, in occasione della 4^ tappa del 94° Giro d'Italia (Quarto dei Mille - Livorno), che partirà da corso Marconi per trasferirsi in via V Maggio dal Monumento di Quarto, ove avrà inizio la gara ciclistica, a partire dalle ore 11 circa sarà vietata la circolazione lungo corso Marconi, corso Italia, via Cavallotti, via Caprera, via dei Mille, ingresso presso l'Istituto Gaslini, uscita dallo stesso, via Redipuglia, via G. Maggio, via Carrara, via 5 Maggio dove, all'altezza dello scoglio di Quarto, via V Maggio, via Quarto, via Quinto, via Gianelli, via Murcarolo, via Oberdan, piazza Pittaluga, via Sala, via Capoluogo e via Aurelia sino al confine con il Comune di Bogliasco. Per garantire il regolare svolgimento della gara, sarà anche vietata la sosta, con rimozione dei veicoli degli inadempienti, a partire dalle 20 di lunedì 9 maggio alle ore 13 del giorno successivo, con le seguenti modalità:
- corso Marconi, carreggiata lato mare
- corso Italia carreggiata lato mare
- via Felice Cavallotti lato mare/levante
- via Caprera lato mare
- via dei Mille, lato mare
- via Redipuglia tra largo Tolentino, su ambo i lati, verso mare, fino a largo Cattanei
- largo Cattanei ambo i lati
- via G. Maggio, ambo i lati, dall'intersezione con via A. Carrara all'intersezione con via Cimarosa
- via V Maggio su ambo i lati della carreggiata
- via Quarto su ambo i lati della carreggiata
- via Quinto su ambo i lati della carreggiata
- via Gianelli su ambo i lati della carreggiata
- via Murcarolo su ambo i lati della carreggiata
- via Oberdan su ambo i lati della carreggiata
- piazza Pittaluga
- via M.Sala su ambo i lati della carreggiata
- via Casotti su ambo i lati della carreggiata
- via Capolungo su ambo i lati della carreggiata
- via Aurelia su ambo i lati della carreggiata
- corso Europa sul lato monte tra il civico 1900 e la corrispondenza della targa toponomastica di via Pellegrini
- corso Europa sul lato mare tra il civico 1900 e l'imbocco di via J. Palach.