E Grillo si offre (gratis) a Murdoch

Grillo si attacca al computer e, dal suo blog, scrive a Rupert Murdoch, il magnate di Sky. Recita così: «Caro mister Murdoch, lei sa che la televisione è moribonda e la pubblicità sta migrando in Rete. E che i giornali e le emittenti televisive hanno gli anni contati. Forse cinque, forse dieci, non di più». Poi iniziano gli insulti al premier Berlusconi e i consueti deliri sul conflitto di interessi. A metà la dichiarazione d’amore a Obama: «È una speranza, senza la Rete forse non sarebbe diventato Presidente degli Stati Uniti». Ma in sostanza, salamelecchi a parte, cosa vuole davvero Grillo da Murdoch? A riga 28 la proposta: «Sky ha trasmesso la diretta del mio intervento all’assemblea Telecom. Può usare i miei filmati gratis». Per lo Squalo ci sarà da fidarsi?