E Grillo spiega la scoperta dell’acqua calda

«Bersani è un violentatore semantico. Parla come l’amministratore delegato della Nestlè». Sono parole di Beppe Grillo, intervistato sul nuovo numero di «Left», firmato questa settimana da Alberto Ferrigolo e Andrea Purgatori, e in edicola oggi. In copertina «Pochissima, Sporchissima, Carissima». Purgatori intervista il comico genovese su consumo, spreco e liberalizzazione delle risorse idriche. E sulla scoperta fatta dai ricercatori dell’università di Zurigo che permetterà ai poveri del pianeta di accedere all’acqua potabile. «Hanno preso dell’acqua fortemente inquinata, di fogna, piena di escrementi. E hanno scoperto che, mettendola in una bottiglia di plastica trasparente, senza etichette, e lasciandola al sole per sei ore su un tetto di lamiera o anche davanti alla capanna... beh, diventa potabile. Questa è la scoperta dell’acqua calda».