E i blucerchiati sperano in Recoba

Federico Berlingheri

Questa volta non si tratta di fantamercato: la prossima stagione Alvaro Recoba potrebbe indossare la maglia della Sampdoria. Ad oggi il “Chino” non ha ancora rinnovato il suo sontuoso contratto con l’Inter, in scadenza il 30 giugno del 2006, e la società blucerchiata potrebbe quindi approfittare dell’occasione per acquistarlo a costo zero.
Certo, l’ingaggio di Recoba (6 milioni di euro a stagione) rappresenterebbe uno scoglio insormontabile per i vertici di Corte Lambruschini, sempre accortissimi in temi di bilancio, ma l’attaccante di Montevideo, che ha compiuto 30anni lo scorso 17 marzo, potrebbe decidere di fare la classica scelta di vita: decurtarsi sensibilmente lo stipendio e concludere la carriera in blucerchiato. La Samp potrebbe infatti garantirgli quel posto da titolare fisso che, in nove altalenanti stagioni nerazzurre, Recoba non ha mai avuto. Soltanto nel 1999, nei mesi trascorsi in prestito al Venezia, con Novellino in panchina e con l’amico fraterno Ciccio Pedone compagno di squadra, il “Chino” riuscì a dimostrare appieno e con continuità le proprie (enormi) doti: 19 presenze, 11 reti e la miracolosa salvezza dei lagunari parlarono da sole.
Oggi, a distanza di ormai sette anni da quella memorabile esperienza in Laguna, i rapporti tra i tre ex veneziani sono rimasti intatti e solidissimi: mentre Recoba e Pedone mantengono in comune affetti e affari (i due amici sono infatti soci nella gestione di un negozio di articoli sportivi), “Monzon” non ha mai fatto mistero di coltivare il sogno di riavere a disposizione l’urugayano e di aver tentato spesso di convincerlo a raggiungerlo alla Samp con lunghe ed insistenti telefonate. Oggi, alla vigilia dell’impazzare del calciomercato, la linea è particolarmente calda, il pressing telefonico tra Genova e Milano costante, e chissà mai che questa non sia la volta buona.