E i colleghi di Sicilia sospendono Baudo

Il consiglio dell’Ordine dei giornalisti di Sicilia ha sospeso per un anno Pippo Baudo, iscritto da 40 anni come pubblicista, per aver partecipato a spot pubblicitari. Il presidente dell’Ordine siciliano, Franco Nicastro, si è detto dispiaciuto che «il provvedimento sia stato reso noto con troppa intempestività». «La decisione - ha aggiunto - tiene conto del fatto che Baudo non è giornalista e non viene neppure percepito come tale. Una norma deontologica vieta tuttavia in modo assoluto di svolgere attività pubblicitaria». Il conduttore si è detto colpito e «offeso sul piano della formalità» dal fatto che la decisione «sia stata comunicata all’esterno prima che al diretto interessato». «Io non sapevo nulla - ha detto - è una cosa piuttosto insolita. Me ne farò una ragione».