E tra i paletti rispunta il principe Fürstenberg

Gallinari rallentato dalla tonsillite e Calabria con la schiena a pezzi I toscani hanno dominato i rimbalzi

Le nevi svizzere meglio dei salotti bene, una discesa più emozionante di un ricevimento in frac. Sci ai piedi e sangue blu nelle vene, ha fatto la sua comparsa ieri sulla pista di Adelboden il principe Hubertus Von Hohenlohe, figlio dell’attrice Ira Fuerstenberg. Il 47enne discendente della famiglia Agnelli, che alla finanza aveva preferito la musica, incidendo perfino un disco dedicato all’artista pop Andy Warhol, ha partecipato come sua abitudine allo slalom di Coppa del Mondo. Puntuale come imposto dalla location svizzera, il rampollo è sceso in pista per farsi le gambe in vista dei Mondiali che si terranno dal 3 al 18 febbraio in Svezia, ad Aare. Rinfocolando i pregiudizi di chi vede lo sci come passatempo per agiati adepti dell’abbronzatura invernale e con buona pace di chi rivendica la natura genuinamente montanara di questo sport. Ligio al luogo comune che vuole la nobiltà graziosamente eccentrica, Hubertus ha scelto anni fa di gareggiare per il Messico, dove paletti e scarponi sono meno frequenti di cactus e sombreri. Il principe, fratello dello sfortunato Kiko, morto in carcere a Bangkok nell’agosto scorso, al dodicesimo Mondiale, è giunto 56° a oltre sedici secondi dallo svedese Larsson.