E i partigiani vogliono impedire alla Fiamma di aprire una sezione

Partigiani in rivolta contro la nuova sede della destra milanese. Rischia di creare tensioni l’apertura della struttura che accoglierà la federazione provinciale del movimento sociale Fiamma Tricolore in via Tosi, zona Barona. In occasione dell’inaugurazione, domani alle 10, l’Anpi ha annunciato infatti un presidio di protesta. «Milano è città medaglia d’oro alla Resistenza - dicono i partigiani -, e il nostro quartiere, con ben trenta caduti per la libertà, non può accettare chi ancora oggi parla di fascismo, razzismo, xenofobia, chi ancora oggi nega l’olocausto e pone nel proprio ragionamento politico e organizzativo, discriminazioni sociali, di razza e di sesso». La Barona «ha altri gravi problemi: il lavoro, le abitazioni, la crisi. Non abbiamo bisogno di provocazioni e sapremo vigilare anche per la sicurezza di tutti i suoi abitanti». All’inaugurazione saranno presenti tra gli altri Luca Romagnoli, segretario nazionale del partito, e Giovanni Fiore (Ugl).