E i pochi posti li occupano i mezzi Amiu

Fatevi un giro di sera per Carignano e noterete che in via Volta, proprio a fianco dell'ospedale Galliera, e in via Banderali sono parcheggiate decine di mezzi Amiu, come se fossero automobili private qualsiasi, senza però l'apposita autorizzazione per residenti. I mezzi in questione non sono semplici auto di servizio, ma sono quelli che vediamo quotidianamente girare per le strade della nostra città, da quelli per la raccolta rifiuti a quelli per la pulizia delle strade. Questo accade nonostante l'esistenza di una grande autorimessa Amiu in via Banderali. Decine di posti auto vengono sottratti in questo modo ai residenti per tutta la notte, ma anche e soprattutto nelle ore mattutine, quando il traffico e la ricerca di posti auto si fa più forte, e, con le nuove «zone blu», il «bene» parcheggio nel quartiere scarseggia sempre di più. Anche perché i veicoli in questione risultano parcheggiati proprio nei posti destinati ai residenti e non in quelli a pagamento di Mura delle Capuccine. Al danno si aggiunge la beffa, perché non è solo un mero problema di parcheggio, ma anche di igiene e, ironia della sorte, di pulizia. Numerosi cittadini lamentano, come riporta Roberta Bergamaschi Cesana, capogruppo Udc alla circoscrizione Centro Est in una richiesta alla giunta comunale e alla Asl 3, che «i mezzi parcheggiati abusivamente in via Volta hanno emesso per tutta l'estate e continuano ad emettere ancora oggi sgradevoli odori ed hanno dato origine alla comparsa di topi in zona e ad un incremento della presenza di insetti», senza dimenticare la vicinanza della struttura ospedaliera e degli istituti di analisi. Da sottolineare anche il fatto che questi mezzi non hanno alcun tipo di controllo contro incidenti e atti vandalici. Il dubbio legittimo è quello di capire come mai, da prima dell'estate, cioè da cinque mesi, improvvisamente sono spuntati per strada questi veicoli, senza nessun tipo di informativa, di avviso o di scuse.