E per i promotori coinvolgimento nei piani aziendali

L’industria della distribuzione perde promotori finanziari (meno 3,6% nell’ultimo anno), ma il gruppo Azimut, in netta controtendenza rispetto al settore, continua a reclutare in modo molto attivo ed è al primo posto (più 7%) con una forte fidelizzazione dei promotori e il tasso di turn-over più basso sul mercato. Il gruppo Azimut rappresenta un’importante realtà in forte crescita per promotori finanziari/private banker che credono in un modello basato su indipendenza, assenza di conflitti di interesse e imprenditorialità. L’attività di reclutamento è stata anche nel 2007 molto forte e ha visto negli ultimi mesi nuovi ingressi. Sono infatti entrati oltre 130 professionisti di elevato standing da inizio anno nelle due reti Azimut Consulenza e Az Investimenti, portando il totale a circa 1.200 private banker/promotori finanziari per oltre 15 miliardi di patrimonio gestito e 145mila clienti. Le caratteristiche principali dei financial partner Azimut sono riassunte in poche semplici definizioni: competenze, entusiasmo, capacità e un solo obiettivo: offrire valore concreto al cliente.
I financial partner Azimut vantano un’esperienza unica sul mercato e rappresentano l’asse portante del progetto Azimut. Sono coinvolti direttamente nell’azionariato del gruppo e da sempre ne sono carattere distintivo. Ogni financial partner Azimut è un’impresa individuale che opera anche attraverso il supporto di una struttura caratterizzata da un unico scopo: facilitarlo nell’offrire risultati di valore al cliente. La politica di reclutamento nel 2008 sarà coerente con quella degli ultimi anni: coinvolgimento diretto dei promotori nei progetti che riguardano l’azienda, valorizzazione delle diverse figure professionali e investimento sull’immagine.