E i «subprime» mandano a fondo il mercato Usa

L’auto Usa scivola sulla crisi dei mutui subprime: con le istituzioni finanziarie e le banche che hanno chiuso i rubinetti del credito, migliaia di consumatori non sono riusciti a ottenere prestiti e hanno dovuto rinunciare all’auto. A complicare ulteriormente il quadro, il recente balzo dei prezzi del petrolio. E così nel 2008 il mercato Usa, per Jd Power, dovrebbe passare a 15 milioni di unità dai 16,2 milioni del 2007. E il segnale che la tendenza non sia destinata a cambiare arriva anche da Moody’s, secondo cui le istituzioni che concedono finanziamenti per l’acquisto di auto hanno dovuto sopportare nel primo trimestre perdite su circa il 3,4% dei prestiti.