E Ifil incassa 227 milioni cedendo il 22% di Sequana

Ifil ha ceduto il 21,9% del capitale di Sequana Capital alla Dlmd di Pascal Lebard, neodirettore generale di Sequana. L’accordo prevede una valorizzazione di 21 euro per ciascuna degli oltre 10,8 milioni di azioni cedute, per un totale di 227 milioni di euro, che saranno corrisposti al perfezionamento dell’operazione. A conclusione dell’operazione Ifil scenderà dal 48,7 al 26,7% di Sequana Capital, di cui rimane comunque il primo azionista. Sequana, con un fatturato consolidato annuale 2006 di 4 miliardi, è tra i leader mondiali nella produzione e distribuzione di prodotti cartari. Nell’ambito dell’operazione, Ifil e Dlmd hanno stipulato un patto parasociale della durata iniziale di tre anni, finalizzato a mantenere stabile l’assetto azionario della società.