E Impregilo crolla per lo scandalo rifiuti

da Milano

Rientro con crollo per il titolo Impregilo a Piazza Affari. La società, sospesa mercoledì in attesa di nota, rientrata ieri alle contrattazioni, ha perso alla fine della seduta il 14% a 5,80 euro.
Il collasso alla Borsa di Milano è avvenuto dopo la comunicazione della notizia, da parte della società, dell’intervento della magistratura di Napoli, che, nell’ambito dell’inchiesta sullo smaltimento dei rifiuti in Campania, ha disposto il sequestro di circa 750 milioni nei confronti di Impregilo e di alcune controllate e l’interdizione del gruppo per un anno dalle gare pubbliche sullo smaltimento e il recupero dei rifiuti.
Il gruppo ha «dato mandato ai legali di sottoporre al giudice di appello e del riesame nei tempi più brevi le ragioni delle società per ottenere la riforma della decisione che tenga conto, da un lato delle argomentazioni tecniche della difesa e, dall’altro, delle molteplici iniziative adottate dal gruppo per dare la massima attuazione al decreto legislativo 231».