E intanto anche Gnocchi finisce criptato

nostro inviato a Montecarlo

Il calcio in chiaro rischia l’oscuramento, Sky invece rilancia. Arricchendo il suo palinsesto con due nuove offerte e presentando due volti nuovi. La piattaforma satellitare sceglie una location cara ai motori (l’Hotel Fairmont è situato di fronte a una delle curve più famose del circuito cittadino di Montecarlo, non a caso la F1 è diventato uno dei piatti forti della sua programmazione) e scopre le carte per la stagione che sta per iniziare. Il Principato di Monaco tiene a battesimo il primo canale «all news» di sport della Tv (un notiziario non stop sulla scia del già fortunato Sky Tg 24 che partirà il 30 agosto alle 12) ma anche l’esplosione degli eventi live in alta definizione (gratuito per chi è abbonato ai pacchetti calcio e sport, con 5 partite solo per il weekend di A, compresi anticipi e posticipo).
Si allarga la famiglia degli opinionisti con Billy Costacurta che esordisce: «Sarò schietto: il Milan ha sbagliato a prendere Sheva, può creare turbative nello spogliatoio». E con l’arrivo di Gene Gnocchi, piomberà un tocco d’ironia a «violare» la sacralità delle trasmissioni domenicali (con l’affiatato trio D’Amico-Sconcerti-Mauro). Due gli appuntamenti per il comico emiliano, che dopo sette anni di Rai con Quelli che il calcio... approderà sul satellite con lo «Gnok calcio show». E l’istituzione della «Coppa Brunetta», che in nome dell’attuale ministro della Funzione pubblica premierà ogni settimana il giocatore più fannullone. «Abbiamo creato un portachiavi con il calco del ministro...», scherza Gnocchi. La copertura sarà più ampia dello scorso anno, con 1.651 eventi (dal basket al grande tennis, agli sport americani, alla pallavolo e al golf) per 6.800 ore di trasmissione. «Con l’auspicio che prima o poi si possano trasmettere anticipi e posticipi alle 20.45, come la Champions – dice il vicepresidente dei canali sportivi Andrea Zappia -. D’altronde, se la Coppa Italia cambia orari per le esigenze Rai, perché non si possono cambiare quelli del campionato?». E per gli amanti dell’interattività, anche una diretta gol estero (chiamato Eurocalcio multimatch, con sei incontri internazionale in contemporanea). «Iniziamo la nostra sesta stagione sportiva - ha sottolineato l’amministratore delegato di Sky Italia, Tom Mockridge - forti di poter contare su 4 milioni e 660 mila abbonati, con 14 milioni di persone che vedono ogni giorno i nostri canali. Gli ascolti mensili sono cresciuti 5 volte rispetto a cinque anni fa: nel 2007 abbiamo investito investito 2 miliardi e 300 milioni euro e quest’anno saranno cifre ancora maggiori».
Sky pensa già al futuro, con i diritti già acquisiti sulle Olimpiadi del 2010 e 2012. «Stiamo già approntando 10 canali, nessuna gara di un azzurro sarà senza copertura...», annuncia Mockridge, tirando una stilettata alla Rai. Il tutto in attesa di un accordo sulla serie B: oggi nuovo contatto con Infront, l’advisor della Lega, le parti sono vicine.