E l’America ricorda Bill Haley l’inventore del rock and roll

da Milano

Nasceva 80 anni fa il papà del rock and roll, Bill Haley. Haley, nato il 6 luglio 1925 nel Michigan, è colui che ha portato al successo Rock around the clock, la canzone del 1954 considerata l'archetipo di tutte le canzoni degli albori del rock. Anche il modo in cui divenne famosa non aveva precedenti all'epoca. Apriva il film Blackboard Jungle (1955), un'analisi delle delinquenza giovanile nelle scuole inter-razziali del Bronx, un film che divenne un mito per i ragazzi di quella generazione. La canzone accompagnava i titoli di testa del film e i teen-agers impazzirono, facendone uno slogan di ribellione. In quasi tutto il mondo la proiezione del film fu seguita da disordini e scontri con la polizia. In breve il 45 giri divenne un successo internazionale (con 22 milioni di copie vendute) e Haley una star. La fortuna di Haley durò ancora lo spazio di due film e di una hit, See You Later Alligator (1956). Ma i ragazzi trovarono presto degli idoli più vicini ai loro ideali anche se la sua tournée del 1957 in Inghilterra esportò comunque il rock and roll nel mondo. Pochi anni dopo Haley si ritirò a vivere in Messico, dove continuò a esibirsi e incidere. Negli anni '70 tentò invano di cavalcare l'ondata di «revival» anni '50-60. Da allora di lui non si seppe più nulla, fino a quando, ormai alcolizzato, morì nel 1981.

Annunci

Altri articoli