E l’arte del cow boy diventa uno sport

Marta Cerruti

Lazi e cow-boy, cavalli e mandrie. Non siamo in una fattoria o in un ranch del Texas e nemmeno in una prateria dell’Arkansas, ma a Torriglia, paesino dell’entroterra ligure in provincia di Genova, che sabato 2 e domenica 3 settembre ospiterà il «Western Show, memorial Giorgio Rasore».
La manifestazione sportiva, organizzata dal Centro Equestre Mulino del Lupo e dall’Ente Parco dell’Antola in collaborazione con l’I.T.P.A., prevede una gara di team penning. Disciplina faticosa ma entusiasmante, il team penning riproduce il lavoro del cow-boy nel gestire e condurre il bestiame. Una mandria va guidata, va domata, va condotta nel recinto. E questo nonostante gli esemplari siano spesso testardi e recalcitranti. I cavallerizzi che si sfideranno al «Western Show» saranno quindi impeganti nel tagliare, ovvero separare, tre capi dal resto della mandria per condurli, impiegando non più di 90 secondi di tempo, all’interno di un recinto. La prova verrà effettuata a squadre. Vincerà il gruppo che, nel minor tempo possible, porterà a termine la prova. A comporre le squadre saranno esclusivamente cavallerizzi molto abili, non solo esperti nell’equitazione ma soprattutto conoscitori del comportamento dei bovini. Altro elemento necessario è l’affiatamento. Indispensabile che tra i componenti delle squadre ci sia un’ottima intesa, per poter agire rapidamente. Alla manifestazione potranno comunque partecipare atleti di tutte le età, sia maschi che femmine.