E l’automobile è sempre più «silver»

Dopo il blu, era la seconda scelta per le ammiraglie. Oggi è diventato un passepartout: per berline, utlitarie e «citycar»

C’è un settore in cui il colore argento non è mai passato di moda, è quello automobilistico: il silver è, infatti, ancora oggi la tinta più gettonata, seppur anche, a detta di molti, la più facile e banale, tra gli acquirenti di quattro ruote. Non è soltanto un fatto di gusto a far preferire il metallizzato lunare, considerato il più elegante, meno sporchevole e passepartout, ma anche la voglia di fare, sulla distanza, un buon investimento: infatti al momento di vendere un’automobile quelle argentate hanno un maggior valore. È quanto emerge da un’analisi di mercato effettuata su internet dal sito www.comparis.ch dedicato ai servizi di confronto: secondo le ricerche le auto d’occasione di questo colore valgono fino a un quinto in più rispetto a quelle di tinte più vivaci. Chi, insomma, vuole realizzare di più al momento di disfarsi della vettura, firmando il contratto di acquisto deve tener presente la cartella cromatica.
Secondo la ricerca, infatti, che ha valutato oltre centomila auto d’occasione presenti lo scorso anno nei motori di ricerca, comparando colori della carrozzeria, annate, chilometraggio e quotazioni, esiste una classifica ben precisa dei colori più amati e dunque più richiesti dagli automobilisti europei tanto da far schizzare il valore dell’automezzo di diverse centinaia di euro. Al secondo posto delle preferenze c’è l’antracite che ha un valore del 99% rispetto all’argento, al terzo il nero con un valore dell’usato pari al 98%, al quarto il grigio scuro con un valore del 96%, in risalita di 8 punti rispetto all’anno precedente. Già, perché esiste anche una top ten dei colori di automobili usate più richieste e acquistate: se, per esempio, sono in risalita rispetto al 2005 il grigio chiaro e il bianco, sono in ribasso altre tinte come il marrone e il verde scuro, un tempo tra le preferite dagli automobilisti.
Chi ama i colori accesi e antinebbia, dunque, si arrenda e si accontenti di ottenere un prezzo al ribasso al momento di vendere la sua quattroruote. E lo faccia anche chi è al volante di un’automobile viola, la tinta in assoluto meno richiesta e dunque di meno valore tra le usate (79% rispetto all’argento), superstizione a parte, naturalmente.