E l’azienda di Paul Newman dona tutto in beneficenza

C’è chi si accontenta di fare il testimonial a fin di bene e chi, invece, la carità preferisce anche autoprodursela. È il caso di uno dei più grandi attori di tutti i tempi, Paul Newman, che nel 1982 decise di fondare addirittura una piccola azienda dal marchio registrato, la Newman's Own, con lo scopo di darne l'intero profitto in beneficenza. Niente a che vedere con il cinema: copioni, ciak e set questa volta non c'entrano nulla, c'entrano piuttosto salse, aceti e pop corn. Prodotti biologici, realizzati rispettando precise regole ecologiche, che ormai fanno il giro del mondo in bottiglie e barattoli che sull'etichetta hanno disegnato il faccione riveduto e corretto dell'indimenticabile interprete di «Lo spaccone» e «La stangata»: con la rosa tra i denti e il cappello da tanghero per reclamizzare il succo di frutta Orange Mango Tango, abbigliato da gondoliere per la salad dressing italian style, a base di olio e un generico formaggio romano, con il colbacco per la Vodke sauce e persino con le corna del toro per la steak sauce decisamente speziata.
Un'americanata? Tutt'altro. I condimenti così come le insalate, le baby carote, le patate biologiche della Newman'Own sono tra i prodotti alimentari di qualità migliore ma anche tra i più venduti non soltanto negli Stati Uniti ma anche in Canada, Australia, Islanda, Gran Bretagna, Germania, Francia, Israele e Giappone. Un impero dai risultati economici sorprendenti, tanto che in 22 anni Paul Newman è riuscito a fondare un villaggio per bambini malati e a devolvere a migliaia di associazioni benefiche americane addirittura oltre 150 milioni di dollari. Un vero record che nessun testimonial è mai riuscito ad eguagliare. Eppure ci hanno provati in tanti. Uno di loro è Bill Gates. Il fondatore della Microsoft l’anno scorso ha deciso di devolvere 3,3 miliardi di dollari (una consistente parte dei suoi profitti derivati dai dividendi della multinazionale) alla fondazione che porta il suo nome e quello della moglie Melissa. Abituato a battere record su record, Gates voleva far cadere anche quello per la donazione più ingente, superando gli 1,5 miliardi di dollari versati all'Esercito della Salvezza da Joan Kroc (moglie del fondatore di McDonald's, Ray Kroc) e il miliardo di dollari promesso da Ted Turner alle Nazioni Unite.