E l’estate di Zeffirelli si infrange sulla scogliera

Tanto bella ed esclusiva quanto, secondo la giustizia, irregolare. Il tribunale di Salerno ha condannato l’altroieri a nove mesi (pena sospesa) il regista Franco Zeffirelli per abuso d’ufficio nella vicenda legata all’uso della scogliera confinante con la tenuta «Tre Ville» (nella foto) - ma per tutti era «Villa Zeffirelli» - di Positano. Il Tribunale - riporta il Corriere del Mezzogiorno - ha anche disposto il dissequestro della scogliera che Zeffirelli avrebbe acquisito in modo irregolare e il riaffidamento della stessa all’Agenzia del Demanio. Condanne di sei mesi anche per i due figli adottivi di Zeffirelli, titolari della società immobiliare che aveva la proprietà dell’immobile.