E l’Udc inventa un simbolo contro le liste bloccate

È l’Unione di centro il partito più schierato a favore di una legge elettorale che preveda le preferenze. Una posizione rimarcata ieri dal segretario Lorenzo Cesa, che alla festa di Chianciano ha annunciato una possibile «contromossa»: «L’Udc è pronta a correre alle Europee con un simbolo che riporterà la scritta “Sì alle preferenze”, per avere elezioni a favore della gente». Cesa ha poi attaccato Berlusconi «che gioca con il fuoco», parlando di un «Paese a rischio democrazia». Tutta colpa della proposta di correre alle Europee con una legge elettorale con liste bloccate e sbarramento al 5%. Una scelta fortemente avversata anche dal leader centrista Pier Ferdinando Casini, che in serata - ai microfoni del Tg5 - ha rivolto un appello a Berlusconi e Veltroni «affinché non scelgano una strada che comprime la democrazia».