«E lucevan le stelle» su Falcone e Carlo Felice

A Pieve di Teco un gioiello ritrovato

Dopo Pieve di Teco e Ventimiglia, «E lucevan le stelle» la mostra itinerante sui Teatri storici della Liguria arriva a Genova. Domani alle 17 l'inaugurazione a Palazzo Ducale (Liguria Spazio Aperto), alla presenza degli assessori regionali Fabio Morchio e Margherita Bozzano.
Il progetto, della Regione Liguria, ideato e curato da Roberto Iovino e Marta Musso, è realizzato dall'Associazione Sidro e dal Gruppo Promozione Musicale Golfo Paradiso, con la partecipazione di due Province (Imperia e Savona), nove Comuni (Pieve di Teco, Ventimiglia, Imperia, Finale Ligure, Savona, Genova, Camogli, La Spezia e Sarzana) e vari sponsor (Olio Carli, Costruttore Mario Valle, Coin, Gli Amici del Teatro Sociale).
Obiettivo dell'iniziativa (avviata nella primavera scorsa con la pubblicazione di un volume), raccontare la storia dei principali palcoscenici liguri costruiti prima del Novecento, facendo il punto sul loro stato attuale.
La mostra è articolata in sedici pannelli con testi in italiano e inglese e un ricco corredo fotografico. Per quanto riguarda i palcoscenici genovesi, si parte dal Falcone (il primo teatro pubblico a pagamento costruito in città e uno dei primi a livello nazionale) per passare al Sant'Agostino (1702) e proseguire con il Carlo Felice (due i pannelli riservati al massimo teatro genovese, uno per il vecchio edificio del Barabino del 1828, l'altro per l'attuale ricostruito nel 1991), con il Modena, con il Paganini, con il Politeama Regina Margherita (ex Andrea Doria) e con il Politeama Genovese.
La mostra rimarrà aperta al Ducale ingresso libero) fino al 26 settembre con orario: da lunedì a venerdì, ore 10 - 17, sabato e domenica chiuso.