E il lusso artigianale di Fendi va alla conquista degli Stati Uniti

Se è vero che il salone del Mobile milanese è la vetrina più ambita per i designer di tutto il mondo, è anche vero che, per chi i mobili li costruisce da sempre - i brianzoli, ad esempio - è un po' come la festa del santo patrono. Si gioca in casa, insomma. Partendo dal gradino più alto. Così lo stand di Poliform, azienda nata a Inverigo nel 1970 ma i cui presupposti risalgono al 1942, ha affidato al designer Rodolfo Dordoni (che ha lavorato con Cappellini, Cassina, Flou e altri) il progetto dello stand in Fiera, oltre che di tutti i pezzi che lo compongono.
Sono mille metri quadrati che, fra librerie, madie, divani, tavoli e sedie, ben riflettono lo stile Poliform. Materiali di ultima generazione, linee essenziali o morbidissime perchè nell'arredare uno spazio entrano in gioco mille variabili, e gusto personale e senso estetico rappresentano gli ospiti d'onore.
«Siamo il prêt à porter degli arredi - spiega in modo efficace Giovanni Anzani presidente e ammiistratore delegato di Poliform che, assieme ai cugini Alberto e Aldo Spinelli, ha ereditato l'azienda creata nel '70 dai genitori - Ci siamo specializzati nel vestire gli appartamenti dalla A alla Z ossia, dai salotti alle camere da letto alle cucine (queste ultime con il nostro marchio Varenne) prima che vengano messi in vendita. È un sistema rodato nei paesi del Nord ma anche in alcuni emergenti. Dall'Inghilterra, agli Stati Uniti a Singapore. L'acquirente paga l'Iva al ribasso e può dilazionare la spesa dell'arredamento con il mutuo». Altrimenti, fra i clienti Poliform ci sono i rivenditori, trecento in Italia e altrettanti all'estero, «ma l'Italia è un mercato che non esiste più, ad eccezione dei pochi matrimoni. Giocoforza per noi puntare, oltre che sugli europei che hanno un gusto simile al nostro, sui Paesi emergenti del sud est asiatico, di Cina o India ma anche Russia e Brasile. Quello che esportiamo è il “gusto italiano”, insegnamo ad apprezzare un oggetto di design, a rendere pratico e accogliente un salotto o funzionale una cucina».
Quanto costa un appartamento vestito Poliform? Da 15mila a 150 mila euro, lo stesso divano può essere ricoperto con tessuti i fascia media, alta o altissima, «arredare completamente una casa di 70-80 metri quadrati può costare 35mila euro».
Non solo appartementi. L'azienda di Inverigo ha vestito alberghi e locali, dal Four Season Hotel di Miami al Cafè Royale di Londra; musei come la Triennale di Milano, negozi come le vetrine di Hugo Boss e di Ermenegildo Zegna a Parigi. Consultando il sito www.poliform.it, la sezione intitolata «La mia vita» presenta un'ampia scelta di abitazioni, dal centro storico, alla casa nel verde in città o in campagna o al lago. Per ciascuna di queste i consigli. Se si abita in un palazzo d'epoca fra stucchi e camini in marmo i complementi d'arredo rispetteranno lo stile originario, senza stravolgerlo.