E a maggio la terza corsia del raccordo

A maggio 2010 aprirà al traffico tutta la terza corsia del grande raccordo anulare mentre a marzo è prevista l’apertura del nuovo svincolo della Cassia. Lo ha annunciato il presidente dell’Anas Pietro Ciucci durante la cerimonia che si è svolta ieri mattina per l’eliminazione dell’ultimo diaframma della Galleria Cassia, a cui hanno partecipato il sottosegretario alle Infrastrutture e ai Trasporti Mario Mantovani, il sindaco di Roma Gianni Alemanno, l’assessore alle politiche della casa della Regione Lazio Mario Di Carlo. «I lavori per la galleria - ha spiegato Ciucci - sono iniziati nel novembre 2009, hanno richiesto un investimento di 30 milioni di euro e si sono avvalsi di un contributo di 2,9 milioni di euro dalla Commissione europea. L’apertura della galleria ha avuto ritardi per i ritrovamenti archeologici e per qualche lieve danno subito dalle vecchie gallerie del Gra in seguito al sisma di aprile e anche per le limitazioni poste all’adozione di turni lavorativi notturni per la vicinanza delle abitazioni». La galleria, che ha una lunghezza di 700 metri e una larghezza massima di circa 22 metri, renderà anche più scorrevole il traffico tra l’aeroporto di Fiumicino e la diramazione nord dell’A1. Secondo Ciucci, «l’ampliamento e l’ammodernamento del Quadrante Nord Ovest del Gra, che ha richiesto complessivamente da parte di Anas di un investimento di oltre 600 milioni di euro, consente di migliorare la circolazione, ma non risolve da solo i problemi della mobilità della capitale». Per questo l’Anas sta progettando un nuovo cavalcavia sopra la Tiburtina e il potenziamento degli svincoli a sud-est, mentre è allo studio la realizzazione di complanare tra lo svincolo della Centrale del Latte e la Tiburtina.