E la maglia azzurra sarà tutta... azzurra

nostro inviato a Firenze
In Olanda nazionale promossa, la nuova maglia un po’ meno. Anzi per nulla, visto che i tifosi e molti addetti ai lavori l’hanno bocciata. E anche nell’ambiente azzurro, anche se nessuno lo dice apertamente, quella casacca bianca con i numeri decentrati a destra e l’orribile scollo a V riempito da un insolito triangolo azzurro non trova adepti. Per non parlare del nome stampato sul retro, minuscolo e con un carattere grafico particolare che lo rende illeggibile dalle tribune. In molti storcono la bocca, ma fanno buon viso a cattivo gioco. Insomma, il restyling imposto dalla Puma a suon di milioni di euro (13 l’anno fino al 2014) non pare avere un grande successo. «Ai tifosi non piace? A me sì, certo quei numeri non si leggono molto bene, ma io non faccio lo stilista», il commento controcorrente di Alberto Gilardino, uno dei nuovi simboli della nazionale lippiana. Chissà se è un commento dettato dalla diplomazia o se il milanista apprezza davvero il lavoro fatto dallo sponsor tecnico. Nel calcio, si sa, il business comanda e dà anche un calcio alla tradizione.
Tutti ora aspettano la seconda versione della maglia, tenuta top secret nella presentazione in pompa magna del 10 novembre a Coverciano, quando fece la sua comparsa anche il nuovo logo della Federcalcio. Ma secondo indiscrezioni, la divisa non sarà azzurra con il triangolo bianco a riempire lo scollo. O meglio, bicolore sarà la casacca del portiere quando l’Italia sarà in campo con la maglia bianca. In realtà, gli altri dieci titolari indosseranno una maglia completamente azzurra, con alcuni punti in cui il blu sarà più accentuato. E questa tenuta di gioco verrà inaugurata il 1º marzo quando (a Roma più probabilmente o a Bologna) l’Italia affronterà la Germania in amichevole, ultimo test della Nazionale di Lippi prima del ritiro pre-mondiale.
Domani sera, invece, l’Italia avrà ancora la maglia sfoggiata ad Amsterdam. Oltre a non scoprire troppo le carte (magari le critiche porteranno a ulteriori accorgimenti stilistici nell’altra casacca) prevale la scaramanzia: la tenuta bianca ha portato fortuna contro gli Orange, chissà che non possa accadere anche contro la Costa d’Avorio.