E-mail e fax al Quirinale «Vogliamo le elezioni»

«Ho la convinzione che questo nuovo-vecchio governo non sia in grado né di assicurare stabilità al Paese, né una politica che risponda alle esigenze dell’Italia». Michela Vittoria Brambilla, presidente nazionale dei Circoli della libertà, commenta così il rinvio alle Camere di Romano Prodi e aggiunge: «Non è certo con la politica dell’inciucio, raccattando voti qua e là, che si può, da un lato, ridare vera solidità all’impianto di governo e, dall’altro, programmare strategie che possano durare un’intera legislatura». I circoli della libertà ieri sono scesi nelle piazze italiane per sostenere la loro campagna «un fax al Quirinale». Il fax del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano è andato in tilt a causa della quantità di messaggi per richiedere nuove elezioni. «Vogliamo dare voce al Paese – continua la Brambilla –. In questi due giorni siamo stati sommersi di lettere, e-mail e fax».