E per la maratona sarà un’edizione-record

AMBIZIONE L’obiettivo degli organizzatori è superare quota 100mila partecipanti comprendendo tutti gli eventi collaterali come la stracittadina e la «fun run»

L’appuntamento è fissato per il 22 marzo, dunque manca ancora molto alla quindicesima edizione della Maratona di Roma AceaElectrabel. Ma à giudicare dalle iscrizioni il successo è già garantito e la corsa della capitale si preannuncia ancora una volta come l’evento sportivo più partecipato d’Italia. A tre mesi dal via è stata già superata quota 8500 iscritti (e sono già 4025 gli stranieri), un dato che salirà sensibilmente alla chiusura delle iscrizioni prevista per il 5 marzo. A ben guardare, viene subito da sottolineare che la crisi economica che attanaglia un po’ tutti i campi, compreso quello sportivo, per ora non ha avuto riflessi sull’andamento delle iscrizioni alla gara romana, al punto che il numero degli stranieri iscritti, a oggi, è già superiore a quella della passata edizione. L’obiettivo degli organizzatori è quello di far correre sulle strade di Roma almeno 100mila persone, radunabili anche attraverso i podisti della Stracittadina di 4 chilometri, quelli della Roma Fun Run e gli amanti della passeggiata non competitiva aperta a tutti, evento che lo scorso anno superò quota 64mila presenze. Per la cronaca, chi taglierà il traguardo della quindicesima edizione della Maratona di Roma riceverà una medaglia, opera del presidente dell’Associazione nazionale scultori d’Italia, il maestro Alfiero Nena, raffigurante la statua del Marco Aurelio. Ed è scontato che, neanche a dirlo, agguantarla sarà un motivo di vanto del tipo «io c’ero» per chi riuscirà a farsi tutta la scarpinata.
Da record anche il battage pubblicitario: il lavoro di promozione internazionale, partito in settembre e concluso poco prima di Natale, dopo aver toccato 35 maratone nazionali e internazionali, ha dato i frutti sperati. In totale sono stati distribuiti ai frequentatori dei villaggi maratona 350mila dépliant dell’evento capitolino, 250mila cartoline, 12mila poster e 2mila dvd promozionali. Sipario sui cronometri, visto e considerato che la Maratona di Roma 2008 è entrata nella top ten del ranking mondiale femminile. Con la performance del 16 marzo scorso (2h22’53”), la vincitrice, la russa Galina Bogomolova, ha ottenuto infatti il quinto miglior tempo mondiale stagionale. Mai in Italia una prestazione cronometrica sulla distanza era entrata nella top ten annuale delle liste Iaaf; e il risultato è da considerare un risultato straordinario in grado di confermare il lavoro svolto negli ultimi anni dagli responsabili della maratona per dare sempre più valore alla prova femminile. Così, proprio proseguendo su questa linea, è stata ufficializzata la presenza nel 2009 di Anna Incerti, atleta delle Fiamme Azzurre che ha realizzato poche settimane fa una delle migliori prestazioni italiane di sempre (2h27’42”). L’atleta di Bagheria attualmente rappresenta una delle poche se non l’unica certezza azzurra in maratona per i prossimi anni.