E a Marrazzo sono venuti i capelli bianchi

Sorridente, sereno e socievole. Talmente socievole da salutare il fotografo: «Buongiorno e buon lavoro». Così Piero Marrazzo, a quattro mesi dallo scandalo dei trans che lo ha costretto a lasciare la presidenza della Regione Lazio ieri, verso le 15, quando è stato sorpreso con una delle figlie al Caffè delle belle arti all’interno della Gnam, la Galleria nazionale d’arte moderna di Roma. Giubbetto di renna, sciarpa, pantaloni di velluto, è uscito dal bar a braccetto con la figlia. Unico segno visibile delle vicenda che lo ha costretto alle dimissioni: i capelli, diventati molto più bianchi.