E Mediaset desiste: salta «Scherzi a parte»

L'Italia si ferma per il Festival di Sanremo e per chi non ama il melodico italiano c'è poco da fare: alternative pressoché nulle per la concorrenza televisiva priva di veri acuti. Mediaset depone l'ascia di guerra e decide di non intralciare più di tanto la gara canora più amata dagli italiani. Salta la puntata di Scherzi a parte di venerdì su Canale 5 e anche Bruno Vespa si prende una settimana di vacanza forzata, nonostante la fase politica incandescente.
Potenza delle canzonette e forza del Pippo nazionalpopolare che vede così spianarsi la strada dell'audience in assenza di una forte contro-programmazione: qualche brivido potrebbe arrivare dal Grande fratello (giovedì) e dall'inossidabile dottor House su cui Mediaset scommette alla grande mandandolo il martedì, serata inaugurale del Festival, e il venerdì. Un invito a nozze per i fan e per House, il quale potrebbe effettivamente rosicchiare qualcosa al blindatissimo festival: doppio episodio (L'ultimo sacrificio ed Effetto domino) e chiusura anticipata per l'inquieto dottore.
Su tutte le altre reti durante le cinque serate del Festival si va avanti a film e a telefilm. Martedì Giovanni Floris con Ballarò cercherà di resistere e di offrire un minimo di alternativa alle canzonette. Anche Maurizio Costanzo resiste e resta in tema festivaliero puntando su artisti una volta passati dall'Ariston.