E Miss Grant lancia la collezione a porte chiuse

«Cosa ci spettiamo? Che i nostri clienti vengano a Firenze perché in un momento così difficile non bisogna abbandonare ma lavorare di più» dice Mauro Serafini amministratore delegato di Grant, società per azioni con sede a Bologna che opera da oltre quarant'anni nel segmento della moda infantile più creativa. Produce, realizzando un fatturato di 28 milioni di euro, diverse linee per specifiche fasce di età e di stile. Dall'ammiraglia Miss Grant alla sorellina più piccola Microbe, dalla Lù:Lù: che incanta i clienti anche con una linea donna a Grant Garçon per maschietti di forte carattere fino alla collezione che da oggi debutta a Pitti Bimbo, la Miss Grant Bebè, per piccini da tre mesi a 2 anni.
La fortuna di quest'azienda è esportare oltre il 55 per cento del prodotto verso la Russia e gli ex paesi dell'unione, ma anche in Medio Oriente, Katar e Kuwait oltre che in Europa. «Ora ci stiamo concentrando per aumentare la nostra quota e intensificare il lavoro su Cina, India e Brasile. Soltanto così possiamo bilanciare una crisi italiana di questa portata», spiega Serafini aggiungendo che tutto ciò che si può fare per andare incontro ai clienti viene fatto: si lavora insieme e si mettono a punto strategie. Ma certo, si tratta di fronteggiare grandi problemi di credito: «Sono comunque fiducioso perché gli italiani sono bravi e la vita ci dice che dopo i bassi ci sono sempre gli alti» conclude annunciando una provocazione che non mancherà di suscitare scalpore: la sfilata con cui oggi presenta le collezioni a Pitti Bimbo si svolgerà a porte chiuse. Una protesta contro l'annoso problema della contraffazione.
In passerella gli addetti ai lavori vedanno per la linea Miss Grant ispirazioni «Rock'n roll» in latte e nero, sulle note di una Miss Grant Symphony, un tema «Brith» in blue abbinato al bronzo con dettagli di colore rubino, una «Denim Couture» che accosta il color acqua all'ottanio, lo splendore del «Gold» abbinato alle nuance dei beige e al coccio e un «Tea Time» sviluppato nei toni dal rosa cipria al prugna.
Dall' armadio della bambina Bon Ton, esce un guardaroba per ogni momento della giornata: scuola, palestra, tempo libero, giochi . Per lo shopping in città e per i momenti importanti. Tante sono le proposte colore e tra i best seller, il montgomery in pelliccia ecologica sfumata nei toni del cammello con alamari di corda, il parka in felpa grigio melange, tanti cappottini e abiti in maglia.