E a Modena apre l’«ufficio Borsa»

da Milano

Un punto informativo per offrire
agli imprenditori dell’Emilia Romagna una valutazione preliminare sulla possibilità di quotare l’azienda.
È l’Exchange Information Point, la nuova iniziativa di Confindustria Emilia-Romagna, Confindustria Modena e Borsa Italiana. La scelta di partire con Modena è dovuta all’interesse dimostrato dalle aziende della regione verso il mercato: il 25% delle piccole e medie imprese che si sono quotate nei primi nove mesi del 2007 hanno sede in Emilia-Romagna. Ma è previsto che in futuro la Borsa possa aprire altri «uffici» in diversi capoluoghi interessanti. «È un ulteriore momento del progetto di Borsa Italiana - ha commentato l’ad Massimo Capuano - per promuovere la quotazione, intesa come un supporto alla crescita, alla competitività, alla dinamicità del sistema economico finanziario e del tessuto industriale».