E' morto Roger Armstrong, il disegnatore di Bugs Bunny

L’artista americano che per oltre mezzo secolo ha disegnato le versioni a
fumetti di famosi personaggi dei cartoni animati di Hanna-Barbera, Warner Bros e Disney, è
morto, per un arresto cardiaco, in un ospedale di Mission Viejo, nel sud della California,
all’età di 89 anni

Los Angeles - L’artista americano Roger Armstrong, che per oltre mezzo secolo ha disegnato le versioni a fumetti di famosi personaggi dei cartoni animati di Hanna-Barbera, Warner Bros e Disney, è morto, per un arresto cardiaco, in un ospedale di Mission Viejo, nel sud della California, all’età di 89 anni. La notizia della scomparsa, a funerali avvenuti, è stata data dalla moglie, la pittrice Alice Powell, al quotidiano «Los Angeles Times». Armstrong ha dato vita ai fumetti dei Flintstones (Gli Antenati), Bugs Bunny, Little Lulu, Lillo, Paperino, Porky Pig, Pluto. Armstrong è l’ultimo ad andarsene fra i grandi fumettisti dell’epoca d’oro della Dell-Western, l’epopea di Carl Barks, Paul Murry, Jack Bradbury, Al Hubbard, Harvey Eisenberg. Armstrong iniziò a lavorare per la Warner Bros nel 1941, che gli chiese di realizzare il primo libro interamente a fumetti dedicato a Bugs Bunny. L’albo ebbe un successo strepitoso e il disegnatore fu così ingaggiato per produrre la serie dei «Looney Tunes and Merrie Melodies Comics». Tra il 1942 e il ’44 diresse e disegnò completamente il giornalino di Bugs Bunny. Alla fine degli anni Quaranta, Armstrong iniziò a collaborare con la Disney, creando le storie di Lupetto e dei Tre Porcellini e in seguito delle strisce di Lillo. Arrivato negli anni Sessanta alla Western Publishing, Armstrong realizzò da allora i libri a fumetti di personaggi dei cartoni animati come i Flintstones, Scooby Doo e la Pantera Rosa.