E le mucche avranno l’albero genealogico

Albero genealogico. Ricostruire la storia delle proprie famiglie dagli antenati per scoprire le proprie origini, nella nostra regione non sarà più solo una velleità degli uomini, anche le mucche potranno sapere qual è la loro discendenza. In Liguria, infatti, la Regione ha stanziato 750 mila euro per un progetto che prevede la realizzazione dell’albero genealogico delle mucche. La somma è destinata alle associazioni di allevatori per far fronte alle spese di controllo del bestiame.
Liste d’attesa «commissariate». Federico Bianchi, medico dirigente della struttura ambulatoriale della Asl 4 di Chiavari è il nuovo commissario della Asl 5 della Spezia. Bianchi, affiancherà e non sostituirà l’attuale direttore generale Gianfranco Conzi, «non si tratta di un atto di sfiducia per il direttore generale, ma di un aiuto concreto». Di fatto aumentano i costi per tagliare le liste d’attesa.
Libri in comodato d’uso. La giunta regionale ha stanziato 520 mila euro da destinare alle scuole secondarie di primo e secondo grado della Liguria per l’acquisto di libri di testo in comodato d’uso gratuito per gli studenti meno abbienti. Il finanziamento è per 68 istituti scolastici che provvederanno all’acquisto dei libri di testo, a condizione che si impegnino a mantenere gli stessi libri per almeno tre anni. Il finanziamento regionale servirà per acquistare 38.846 libri di testo per un totale di 3.878 studenti.
Infanzia. Mille posti in più per gli asili nido e nuovi progetti per la prima infanzia. La Regione lancia la «Mamma accogliente», un servizio svolto da una mamma pronta ad accogliere in casa sua fino a tre bambini (dai 3 mesi ai 3 anni). In parallelo viene sperimentata la figura dell’«educatrice domiciliare» che ospita presso la propria abitazione fino ad un massimo di quattro bambini dai 3 mesi ai tre anni.