E in Municipio musica e pranzo

A Genova il Natale comincia presto. Domani alle 16 è in programma il primo dei tanti festeggiamenti con il battesimo del grande albero regalato ai genovesi dalla comunità della Val di Fiemme. Il sindaco Marta Vincenzi brinderà in piazza De Ferrari insieme ai cittadini con le musiche del Gruppo folkloristico Città di Genova, del Coro Soreghina e della Banda Sociale di Faver che, in costume tradizionale trentino, sfilerà dal Porto Antico a via San Lorenzo fino a De Ferrari. Un'ora dopo si terrà la prima ufficiale accensione delle luci dell'albero di Natale genovese e saranno cantati brani natalizi.
La cerimonia dell'albero e gli altri eventi in calendario ieri sono stati presentati a Palazzo Rosso dal consulente del sindaco Dalla Chiesa. Tra le centinaia di appuntamenti c'è quello del concerto di Natale in programma il 15 dicembre alle 20,30 al Teatro Carlo Felice. Sarà un'esibizione all'insegna della tradizione con il soprano Sara Galli al centro della scena cui parteciperanno il grande coro lirico, il coro delle voci bianche e l'orchestra del Carlo Felice. I brani varieranno da Adeste Fidelis a Tu scendi dalle stelle a Quanno nascette ninno, Stille nacht, Gli angeli delle campagne. Nel ventaglio offerto dal programma troveranno posto pure altre sonorità e altri linguaggi rappresentati dalla musica di Ariel Ramirez e di William Ketelbey. Il testo dell'Ave Maria avrà un suo spazio privilegiato grazie a tre differenti versioni, quelle di Bach-Gounod, di Giulio Caccini e di Raffaele Cimmaruta.
Sabato 19, poi, si terrà il Confeugo, quella che in passato era la più importante festa di Genova. La cerimonia, dopo l'arrivo del corteo davanti a Palazzo Ducale, culminerà nel saluto fra il Presidente della Compagna e il sindaco di Genova e con i volontari che appiccheranno il fuoco a un grande fascio di rametti di alloro all'ingresso dello storico edificio.
Quello che ieri Dalla Chiesa ha sottolineato, invece, è il fittissimo programma di eventi, da quelli nei piccoli quartieri a quelli per il grande pubblico, intitolato, quest'anno, I presepi a Genova e nel genovesato, un mese di musica sacra e barocca, mercatini e animazione per le vie cittadine.
Tutto, da domenica prossima fino a gennaio, ruoterà intorno ai presepi. Ce ne saranno di tutte le dimensioni e per tutti i gusti. Da quello scenografico, settecentesco, allestito a Palazzo Rosso, ispirato alla tradizione dei Brignole Sale, a quello al Museo Giannettino Luxoro a Nervi, del Museo dei Beni Culturali Cappuccini, accanto al prezioso Santuario di Santa Caterina Fieschi, con l'iniziativa intitolata Natale 2009, dai maestri della pittura al presepe meccanico, del Santuario delle Grazie con il presepe panoramico con figure genovesi e napoletane, del Museo dell'Accademia Ligustica di Belle Arti col presepe in miniatura, di Villa Comago con il suggestivo scenario dei presepi in Villa Serra, dell'Oratorio di San Filippo Neri che accoglierà pure il concorso intitolato I ragazzi e il presepe.