E Murray alza il gomito sulla golf car

10 a Marco Mascardi. Convalescente. Come Tiger e Totti, anche la firma doc del giornalismo golfistico italiano sarà fuori dal giro per qualche tempo. Inutile sottolineare che, vista la sua assenza, le riviste specializzate languono assai: non ci resta che aspettare a braccia aperte un altro dei suoi articoli coi… baffi!
9 alla Methorios Capital. Tempestiva. Habemus title sponsor! In viale Tiziano è stato siglato davvero un accordo perfetto: sarà infatti questa «boutique finanziaria» a prestare il proprio nome all'Italian Open. D’altronde Italia non è da sempre un sinonimo di shopping?
7 a Thierry Hertoghe. Finanziabile. L'endocrinologo belga ha approntato una dieta per recuperare l'equilibrio ormonale. Si dice convinto, infatti, che rughe, fisico e personalità dipendano da carenze o eccessi di ormoni. Peccato che non abbia approfondito ulteriormente l’argomento: infatti non saranno mica ormonali anche il gancio e lo slice?
5 a Bill Murray. Stravagante. L’Oscar per l’eccentricità va di diritto al celeberrimo attore americano. È stato infatti arrestato a Stoccolma per aver guidato ubriaco un golf-cart. Si è difeso adducendo come scusa il pessimo stato del suo gioco. (Ps. siamo davvero sicuri che il golf faccia bene?)