E per Nancy Pelosi è una Caporetto il suo primo grande appuntamento

Ha perso lady Camera. Il Congresso non ha bocciato solo Paulson e Bush. Ha dato una lezione a Nancy Pelosi. Triste la speaker della Camera. Triste quando arriva ai microfoni e dice a fine serata che ci sono ancora spazi per approvare il piano. Quando? Non si sa. Sconfitta. L’hanno detto i repubblicani e l’hanno fatto capire anche i democratici: non è piaciuto il suo modo di fare, le sue dichiarazioni.
Il numero uno democratico alla Camera ha fallito al primo vero grande appuntamento della sua vita: mettere insieme maggioranza e opposizione per approvare il piano salva banche. Ecco, non è riuscita neanche a tenere unito il suo partito, visto che 94 congressmen hanno votato contro. Colpa di Nancy, dicono a Washington. Perché ieri mattina nel solito tailleur Armani ha esordito così: «La festa a Wall Street è finita». Come a dire che lei mette a posto tutto, che i repubblicani hanno creato questo caos e adesso i democratici risolvono la situazione: si stringe la cinghia di privilegi, sprechi e follie varie. Lo dice lei che è finita sott’inchiesta per aver volato con aerei di Stato per affari privati e familiari. Lei che non ha mai lavorato e che vive di politica da decenni.
Era convinta di avere già vinto: «C’è l’accordo sulle linee generali del piano». L’uscita di ieri ha cambiato tutto: l’intesa doveva essere bipartisan, ma la Pelosi ha parlato da partigiana. Così partigiana da non piacere neanche ai suoi.