E nascono anche le traversate per passeggeri gay

Quest’anno La Queen Mary2, punta di diamante della società marittima Cunard, è stata noleggiata da un operatore di viaggi statunitense per organizzare la prima crociera transatlantica esclusivamente per gay. La nave, battezzata dalla regina Elisabetta due anni fa, compirà una traversata di 6 giorni a da New York a Southampton con a bordo 2.600 passeggeri rigorosamente omosessuali. «Puoi essere te stesso. Un semplice gesto, come tenere per mano il vostro partner, non sarà più una cosa che dà nell’occhio», recita la brochure.
Un’iniziativa simile è partita dalla compagnia statunitense Atlantis, che lo scorso febbraio ha ospitato sulla «Oceania», 684 passeggeri che hanno aderito ad un programma strettamente rivolto a single o coppie omosessuali, per la maggior parte statunitensi. Il transatlantico è un autentico hotel di lusso galleggiante di 136 metri di lunghezza, con piscine, discoteche, un centro fitness e una libreria.