E negli Usa Guarguaglini diventa «Uomo dell’anno»

Pier Francesco Guarguaglini, presidente e amministratore delegato di Finmeccanica, è stato nominato personaggio dell'anno per il 2005 da Aviation Week & Space Technology, del gruppo statunitense McGraw-Hill, la più importante e autorevole rivista aerospaziale mondiale. Il risultato è particolarmente significativo perché si tratta della prima edizione per AW&ST nei suoi 89 anni di storia. Guarguaglini si è imposto su personaggi di primissimo piano. Il secondo classificato è addirittura il senatore statunitense John McCain, uno dei più potenti uomini politici di Washington e probabile candidato repubblicano alle prossime elezioni presidenziali. Ma anche gli altri tre finalisti sono veri pesi massimi: Mike Turner, il numero uno della britannica Bae Systems, W.James McNearney Jr., il nuovo chairman della Boeing, e Michael Griffin, l'amministratore della Nasa. Per conquistare l'alloro non è sufficiente aver ottenuto risultati brillanti nella propria aerea di competenza nel corso dell'anno, ma è necessario aver compiuto qualcosa di straordinario e eccezionale. Il lavoro di Pier Francesco Guarguaglini per far crescere Finmeccanica fino a diventare uno dei grandi giocatori nell'arena dell'aerospazio e difesa, le performance finanziarie, le acquisizioni condotte a termine e i successi commerciali, a partire dalla vittoria dell'elicottero AgustaWestland VH-71 nella gara indetta dalla Casa Bianca, hanno fatto pendere la bilancia in suo favore. Ed è facile immaginare quanto sia difficile per un manager ed una industria europea non anglosassone battere i protagonisti statunitensi del settore... in casa propria.