E nel 2008 la Ducati schiererà anche Melandri

da Laguna Seca

Il mercato piloti del motomondiale è in notevole fermento: il 2008 promette molti cambiamenti. Giovedì prossimo Loris Capirossi e il suo manager, Carlo Pernat, incontreranno la Ducati e riceveranno un'offerta per il 2008. Ma la casa di Borgo Panigale ha ufficializzato a Laguna Seca l’ingaggio di Marco Melandri, facendogli firmare a novembre un precontratto con scadenza a fine luglio. Secondo i piani della casa italiana, Melandri avrebbe già dovuto correre quest'anno in sella alla Desmosedici, al posto di Stoner, ma poi non se ne fece nulla, perché Fausto Gresini, il suo attuale team manager, riscattò l'opzione e, seppure a malincuore, Marco è rimasto alla Honda. Ma la Ducati voleva Melandri a tutti i costi. Forse, a Borgo Panigale, non si aspettavano uno Stoner così competitivo, naturalmente riconfermato, ma lasciare a casa Capirossi potrebbe creare qualche problema con i tifosi Ducati: e così, nonostante gli scarsi risultati di questa stagione, la Ducati gli offrirà probabilmente una terza moto, però nel team satellite di Luis D'Antin e con un ingaggio decisamente inferiore ai 4 milioni di euro percepiti quest'anno. Un'offerta che Capirossi rifiuterà: Loris andrà quasi sicuramente alla Suzuki o alla Kawasaki. Quest'ultima, però, ha già ingaggiato John Hopkins, oggi alla Suzuki e quarto nel mondiale. Hopkins sarà la prima guida della Kawasaki e quindi Capirossi sceglierà la Suzuki, dove sarà l’uomo di punta. Al suo fianco potrebbe esserci Chris Vermeulen, che però ha una trattativa in corso anche con la Yamaha, per sostituire Colin Edwards al fianco di Valentino Rossi. La casa giapponese ha da tempo bloccato il campione del mondo della 250 Jorge Lorenzo, ma difficilmente lo spagnolo verrà inserito nella squadra interna, per non creare problemi con Rossi. L'idea della Yamaha è quella di creare una struttura separata per Lorenzo e spostare Edwards nel team satellite di Ervè Poncharal, che l'anno prossimo disporrà delle gomme Michelin e sarà molto più competitivo: a Edwards si chiederà di fare crescere la squadra e aiutare Rossi nello sviluppo delle coperture francesi.
Oltre a Lorenzo, dalla 250, arriveranno Andrea Dovizioso e Alex De Angelis. Dovizioso vanta un’opzione con la sua attuale squadra, che scade a fine agosto: se il team Scot, con il quale ha vinto il mondiale 125 nel 2004, troverà una Honda RC2 12V, Andrea rimarrà dov'è, altrimenti sceglierà una sistemazione differente in un team satellite della casa giapponese. Dovizioso era stato cercato anche dalla Ducati, che, tramite il team D'Antin, ha recapitato un'offerta pure a De Angelis, per affiancare il riconfermato Alex Barros. De Angelis è in trattativa con il team Gresini, che deve sostituire Melandri e corteggia Toseland, attuale leader del mondiale Superbike. Intrighi che la pausa estiva (la prossima gara è in programma il 19 agosto nella Repubblica Ceca) dovrà sciogliere.