E nelle discoteche trasgressione d’obbligo

Al Micca club anche uno strip burlesque e all’Hard Rock Café tutti «vip per una notte» E la Casa dell’Architettura diventa «privé»

(...) rivisti in chiave pop dai Reo Confesso. Dopo mezzanotte, la pista si scalda con gli Illi Vanilli per proseguire con i dj Andy Dee e Valter Paoli (200 euro; dalle 22.30, 100). Al Naif, in viale Regina Margherita, la cena è seguita da cabaret con Alessandro Serra, musica dal vivo e dj set (da 170 a 60 euro; dopo mezzanotte 30). Attenzioni da «vip per una notte» è la promessa dell’Hard Rock Café, in via Veneto, con cenone e open bar (150 euro; dopo mezzanotte, 60). Matthew Lee, Rocco Papaleo, Music Family, Marco Rinalduzzi, Tribù Hakuna Matata e Anonima Armonisti sono le voci di «Tutti in una notte», cena e concerto al The Place, in via Alberico II (150 euro; dopo mezzanotte 70). Divertimento su tre piani al Joia, in via Galvani: discoteca, pianobar, ristorante, senza dimenticare la terrazza panoramica (da 100 a 25 euro). Cenone e «cappuccino goloso di lenticchie al vetro», alla Palma, in via Mirri, che propone una fusione di rap, drum’n’bass, hip hop con la Junglabeat Acid Orchestra e, a seguire, «Shot Café», dj selection «dal vinile al bit» (100 euro, solo concerto 10). Jazz anni Trenta e Quaranta al Cotton Club, in via Bellinzona, con Turkish Delight Orchestra, Fabiana Rosciglione e Alberto Collatina (80 euro con cena). Ricca l’offerta del Micca Club, in via Micca, dal dj set di Alessandro Casella al concerto soul e funk con influenze bogaloo degli Stoned Soul Picnic, dal rock anni Sessanta di Les Terribles a retro beat, powerpop e garage di una consolle gestita da otto dj. Non manca un pizzico di trasgressione con lo striptease in stile burlesque di Mimi de Montmartre. Al mattino, cappuccino e cornetti caldi (50 euro). Louisiana Red è il protagonista di Happy Blues New Year al Big Mama, in vicolo San Francesco a Ripa (cenone 55 euro; dopo le undici, 30). Il Goa, in via Libetta, festeggia con ritmi house e animazione dei Goldies (50 euro). Capodanno sexy per Muccassassina, in via di Portonaccio, con tredici dj, peep e drag show (40 euro) e, al Supperclub, in via de’ Nari, con il party «Sin Sin», dedicato al peccato, con cena, show, pista e, soprattutto, letti sui quali ballare fino all’alba (da 150 a 50 euro). Atmosfere orientali all’Art Café, a Villa Borghese, tra kama indiano, profumi e danze che coinvolgeranno gli ospiti nel gioco dei sette stadi dell’amore, da infatuazione a passione e estasi (55 euro). Punta sulla Baviera il Piper, in via Tagliamento, con carni, formaggi, ricette di Monaco e «open beer» - previsto anche un menù italiano con lasagne e cotechino - musica dal vivo con cover rock dagli anni Settanta ai Novanta, discoteca e spettacolo di percussioni (60/80 euro; dopo mezzanotte, 40).
Varie le opportunità per chi preferisce sonorità latino-americane. Al Felt Club, in via degli Ausoni, cena, dj e balletto Calirummba di Colombia (60 euro; dopo mezzanotte, 20), al Caffè Latino, in via Monte Testaccio, oroscopi, riti propiziatori e in consolle Andrea G-brasc (30 euro). «Debutto» di Capodanno per il Mambooo Kings, a Spinaceto, nuovo locale del direttore artistico di «Fiesta!», con concerto reggaetòn, ballerini, disco, cena e brindisi per la mezzanotte italiana, brasiliana e cubana (da 40 a 150 euro; dopo le ventitré 30). Gli amanti delle location insolite non resisteranno alla tentazione dell’Acquario Romano: la Casa dell’Architettura diventa discoteca con privé sopraelevato, musica dal vivo, buffet, open bar (100 euro; 150 il privé). «Classici» gli appuntamenti nelle ville, da 60 a 200 euro. Cena di gala, dj e giochi pirotecnici sono il programma di Casina di Macchia Madama a Monte Mario, Casale Tor Di Quinto, Casina dell’Orologio ai Castelli Romani e Villa Appia. Menù ispirato alla Dolce Vita a Villa Squisito, in via Lucullo: antipasto «Mastroianni», risotto «Anita Ekberg» e flute «Fontana di Trevi».