«E ora demoliamo l’ecomostro di Fondi»

Dopo l’abbattimento di Punta Perotti Legambiente Lazio ha chiesto la demolizione di tutti gli altri ecomostri in Italia e tra questi i 21 scheletri in cemento armato di ville dell’Isola dei Ciurli a Fondi. Nel luglio 2004, ha ricordato l’associazione, il tribunale di Terracina, ha disposto con sentenza di primo grado la confisca dei terreni dove sono stati edificati i manufatti e ha condannato il costruttore a un anno di arresto e 40.000 euro di ammenda. «È una giornata importante per la legalità nel nostro Paese» ha detto il presidente regionale di Legambiente Parlati.