E ora Hollywood cambia il finale del film su Bin Laden

La regista Kathryn Bigelow assicura che non rinuncerà al film sulla caccia a Osama Bin Laden, semplicemente lo dovrà ripensare a partire dall’uccisione del leader di Al Qaida, magari con un lieto fine. Almeno secondo la rivista «Variety». La regista americana, premio Oscar per «The Hurt Locker», stava già lavorando allo script col compagno e sceneggiatore Mark Boal a un thriller semi-documentaristico (titolo provvisorio: «Kill Bin Laden») con protagonista una squadra di forze speciali impegnate nella ricerca dello sceicco del terrore. Secondo fonti di «Variety», Boal avrebbe deciso di riscrivere la sceneggiatura. Diversa la versione di un altro magazine, «Hollywood Reporter», secondo cui la Bigelow e Boal si prenderanno una settimana di tempo per decidere il futuro del loro film e potrebbero anche decidere di non realizzarlo: dopo la morte di Bin Laden, tanti hanno subito annunciato di voler girare una pellicola sullo stesso soggetto.