E ora la poesia la scrivo io

Noi sampdoriani abbiamo letto tante «poesie» contro di noi,stavolta tocca a me, sampdoriana, scriverne una contro i cugini. Vorrei però prima rispondere a quel signore di cui non ricordo il nome (forse Screpis e mi scuso se non è così), infatti ha scritto che quest'anno la Samp gli ha dato molti motivi per scrivere, bene vorrei ricordargli che lui ha dovuto concentrare in un anno tutti gli sfottò che noi abbiamo «spalmato» in 26 anni (quante volte abbiamo detto loro se non sentivano freddo a meno 12 o 10 o 19, quest'anno sembra una gran battuta, ma è vecchia di anni), anzi gli consiglio di sfogarsi fin che può perché un altr'anno non sarà più così, vedremo come il Genoa sopporterà giocare su tre fronti!!!
Gasperini, Gasperini / lei è proprio come i bambini /«Voglio vincere, devo vincere» / batte i pugni e pesta i piedi. / Lei è bravo, tanto bravo, / ma ha bisogno di una mano / e se l'arbitro l'aiuta, questo / è un arbitro perfetto, / ma se invece non lo fa... / Ahi le manca di rispetto!! (ohibò come osa!)
(Farina per esempio è stato a suo dire il migliore in campo! E Ayroldi perfetto sigh!!). Spero che gli amici genoani accolgano col sorriso questa mia sciocchezza così come noi abbiamo fatto tante volte leggendo le loro «poesie». Grazie.