«E ora la sinistra deve chiedere scusa»

Milano. Il presidente di Alleanza nazionale, Gianfranco Fini, attacca la sinistra definendola «bugiarda» per aver sostenuto nel corso degli anni che il centrodestra operasse in Parlamento varando leggi ad personam. «È una sinistra delle bugie - ha dichiarato Fini - perché se per anni si dice che la destra fa leggi per uso personale, si ha poi il dovere di scusarsi. La sinistra deve farlo nel momento in cui uno dei personaggi più infamati oggi si sottopone a giudizio della magistratura con grande dignità». Il riferimento delle parole pronunciate da Fini va alla reazione con cui Cesare Previti ha accolto la conferma da parte della Cassazione alla sentenza nell’ambito del processo Imi-Sir. «Noi non abbiamo favorito nessuno - ha detto infatti Fini - e il caso Previti lo dimostra». Ma le bugie a cui accennava il presidente di An sono anche quelle di chi «cianciava di un regime» e poi ha candidato l’ex prefetto al Comune di Milano.